amore · necessità · storia

Spunti di ripristino (ovvero come riconfigurare se stessi).

-The-Matrix-the-matrix-23939770-1360-768Mi sono sempre chiesta se fossi all’altezza degli altri. Mi sono sempre rapportata agli altri con timore reverenziale, a testa bassa per non sfidare, a piedi felpati per non pestare, le spalle strette per non urtare, la voce bassa per non farmi sentire. Ho cercato di adattarmi al flusso: quello delle parole perché non fossero troppe, e quello dei silenzi per non interromperli. Ho vissuto cercando di sovrappormi all’idea che gli altri preferiscono di me, non sempre riuscendo ad incontrare i loro gusti.

Fai il doppio della fatica. Addizioni al tuo modo di essere quello che gli altri si aspettano, sovrapponi due personalità cercando di far coincidere prima la sagoma, poi tutti i contorni, poi le sfumature fino al punto più profondo, la fossa delle Marianne della propria indole. Il punto di non ritorno arriva quando non riesci più a capire se stai pensando con la tua testa o con quella di chi cerchi di accontentare. Me se alla testa si aggiunge il cuore sei salvo. In gergo informatico si chiama punto di ripristino, è una procedura che serve a ripristinare la configurazione di un pc di un dato momento, permettendo di recuperare impostazioni ottimali. Un salvataggio in extremis.

Il cuore è l’archivio dei punti di ripristino. E’ il ricordo delle emozioni a permetterci di recuperare le diverse configurazioni del nostro essere nel corso del tempo. Modalità ‘sognatore’, modalità ‘realistico’, e poi ‘disincantato’, ‘disilluso’, ‘cinico’ fino a ‘opportunista’ o, peggio, ‘spietato’. A questo punto se il cuore non è troppo inaridito dagli automatismi cerebrali sarà un messaggio di errore di sistema ad avvertirti che qualcosa non va. Basterà passare in rassegna i capisaldi della memoria e ancorarsi ai ricordi capaci di emozioni positive, resistenti ai bug più inestinguibili.

Non è necessario essere degli hacker dei sentimenti per padroneggiare l’abilità di recuperare la propria purezza. E’ sufficiente non dimenticare la password di accesso. E quella la conosci solo tu.

larablogger

Annunci

2 thoughts on “Spunti di ripristino (ovvero come riconfigurare se stessi).

  1. Quando la testa recepisce che il cuore è infelice, allora stabilisce che non deve sacrificare la propria felicità sull’altare della felicità altrui. Questa riflessione è stata la mia “pillola rossa”. Complimenti per il blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...