mezzi pubblici · pendolari · vizi

L’amore nella metro

kiss-photos-bad-mood-goodbye-28

L’amore nelle metro si taglia col coltello. Agglomerato di corpi in uno spazio osmotico, individui separati alle nascite che si ritrovano fratelli siamesi ai tornelli.

L’amore nel vagone è cieco. Ti ci lanci dalla scala mobile, fiducioso come il frontman di una band che dal palco salta ad occhi chiusi sugli adepti.

L’amore nella metro è un paradosso. Sospeso tra l’ostinata difesa dello zaino e la speranza nella buona fede altrui, tra l’atavico pregiudizio sullo straniero e il desiderio cosmopolita di progressismo.

L’amore nel vagone della metro è una serie di pugni incolonnati stretti allo stesso palo, compendio di fototipi differenti, una lap dance multietnica che gravita attorno allo stesso desiderio di equilibrio.

L’amore di una metro che ti accoglie a porte aperte è la grazia del boia alla ghigliottina. L’amore nella metro è a ostacoli, una coincidenza inanellata dopo l’altra, chirurgicamente cronometrata.

L’amore nelle metro è un conto alla rovescia su un display che ti abitua a brevissimi countdown, rinegoziando continuamente il tempo al posto tuo. Da due minuti in giù scandisce la tua felicità, da due minuti e mezzo in su è misura della tua insofferenza.

L’amore nei treni è ermetico. Ti toglie l’ossigeno saturo degli aliti pesanti, figlio di sveglie precoci e tabacco indigesto. E’ l’apnea diurna a cui ti alleni per respirare lo stretto indispensabile, battendo giorno dopo giorno il tuo guinness personale.

L’amore nella metro è quello per se stessi, sguardi intenti a non incrociarsi, to do list passate in rassegna proiettate sul tuo riflesso incollato ai vetri dei vagoni, diapositiva traslucente dietro cui scorrono pareti sporche e unte di grasso.

Buon San Valentino a tutti i credenti nel mezzo pubblico, a tutti i pendolari praticanti come me.

973102 FOLLA DI GENTE IN METROPOLITANA PER IL BLOCCO DEL TRAFFICO E PER ANDARE IN FIERA A RHO PERO PER L'ARTIGIANATO IN FIERA

Annunci

One thought on “L’amore nella metro

  1. …l’amore PER la metro è anche necessità di velocità, di connessione diretta, di scendi e sali, di buio e luce, di riparo e svelamento. L’amore SULLA metro è incrocio di pensieri, di occhi, di stili, è desiderio di avvicinamento o bisogno di allontanamento, delusione per una improvvisa discesa, speranza per una prossima salita. IN metro l’esperienza è un continuo evento fortuito, casuale, imprevedibile. LA metro è metafora perfetta di sliding doors, dimensione che ci governa, che ci concede tempo e possibilità o che ci esclude vantaggi e opportunità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...